Assessore regionale Catalfamo indagata per concorso esterno in associazione mafiosa?

catalfamo assessoreNon ci sarebbe più solo l'accusa di corruzione. Secondo il Fatto Quotidiano, l'assessore regionale ai Trasporti, Domenica Catalfamo, sarebbe indagata anche per concorso esterno con la 'ndrangheta nell'ambito dell'inchiesta "Helios", che ha messo nel mirino gli affari della Avr, la società che a Reggio Calabria si occupa della raccolta dei rifiuti, ma non solo.

Al momento della notifica del provvedimento, che ha reso pubblica la posizione di Catalfamo e di altri soggetti politici del Comune di Reggio Calabria, l'accusa era "solo" quella di corruzione (leggi qui).

"Con riferimento all'avviso di conclusione indagini ricevuto questa mattina, riponendo assoluta fiducia nell'operato della Magistratura, ritengo di poter affermare di avere sempre agito esclusivamente nell'interesse della pubblica amministrazione con onestà e trasparenza". Aveva dichiarato Domenica Catalfamo, assessore regionale ai Trasporti, indagata per corruzione nell'ambito dell'inchiesta "Helios", della Dda di Reggio Calabria. La donna, ex dirigente della Provincia di Reggio Calabria, è anche cugina del parlamentare di Forza Italia, Francesco Cannizzaro.

Ora, stando alle indiscrezioni giornalistiche, sarebbe indagata anche di concorso esterno in associazione mafiosa.