Cosenza
 

Emergenza rifiuti, venerdì Consiglio comunale a Crosia

"Emergenza rifiuti. Occorre un'operazione verità su quanto sta accadendo in Calabria e particolarmente in provincia di Cosenza. Informare i cittadini riguardo agli interventi straordinari compiuti dagli uffici e dall'Amministrazione comunale e sulle ripercussioni che questa fase emergenziale, giunta ormai al collasso, potrebbe avere su comunità come Crosia che da tempo, ormai, hanno avviato una virtuosa politica per la raccolta differenziata". Su queste premesse il presidente del Consiglio comunale di Crosia, Francesco Russo, ha convocato per il prossimo Venerdì 21 Febbraio 2020, alle ore 17.30, un'assemblea civica aperta e monotematica per discutere dell'emergenza rifiuti in atto.

All'incontro sono invitati a partecipare e ad intervenire i cittadini, le associazioni ed i sindaci del territorio.

«Occorre lanciare un segnale forte – dice il presidente Francesco Russo – di unità territoriale per scongiurare che l'emergenza rifiuti non diventi, presto, emergenza sociale ed igienico-sanitaria. Stiamo facendo salti mortali per evitare che la città venga invasa da rifiuti. Purtroppo, però, è una condizione che non è determinata dalle scelte dei Comuni ma dalla mancata lungimiranza dell'apparato regionale che in questi anni ha prima imposto agli enti locali di avviare la buona pratica della differenziata, e poi, attraverso gli Ato, gli ha scaricato addosso anche le responsabilità del sistema. Tutto questo, però, dimenticando di tracciare le soluzioni per chiudere il ciclo dei rifiuti. Il risultato è che oggi si vuole far ricadere responsabilità e colpe sui territori, e quindi sui cittadini, senza nessuna concreta soluzione del problema. Auspico, pertanto, che alla discussione che si aprirà venerdì in Consiglio comunale partecipino i cittadini e gli amministratori del territorio così da lanciare alle istituzioni regionali un messaggio forte che parta da quest'area della Calabria».